Cos'è?

Il termine Industry 4.0 si riferisce alla quarta rivoluzione industriale che con l’introduzione di Cyber-Physical Systems, Internet of Things e Internet of Services ha rivoluzionato l’industria manifatturiera. La 4ª rivoluzione industriale sfrutta i progressi tecnologici nel mondo tangibile e digitale per aumentare le funzionalità e l’efficienza a livello di produzione.

Fondamentale, quindi, è il ruolo dell’informazione, che è il mezzo chiave della quarta rivoluzione industriale, in quanto se accurata, rapida e di facile accesso consente di prendere decisioni consapevoli in tempo reale.

Per far sì che le nuove tecnologie digitali diano un impatto significativo in termini di efficientamento dei processi aziendali e riduzione del time to market sarà necessario muoversi secondo 3 direttrici principali:

  1. L’utilizzo dei dati, la potenza di calcolo e la connettività, e si declina in big data, open data, Internet of Things, machine-to-machine e cloud computing per la centralizzazione delle informazioni e la loro conservazione.
  2. Gli analytics: far sì che il dato si trasformi in informazione facilmente accessibile e in grado di generare valore per l’azienda. Oggi solo l’1% dei dati raccolti viene utilizzato dalle imprese, che potrebbero invece ottenere vantaggi con tecniche avanzate di  “machine learning” che consentano alle macchine stesse di adattarsi alle condizioni esterne in funzione dei dati raccolti ed analizzati.’interazione tra uomo e macchina, che coinvolge le interfacce “touch”, sempre più diffuse, e la realtà aumentata.
  3. Il passaggio dal digitale al “reale” che comprende  tra le altre la manifattura additiva, la stampa 3D, la robotica, le comunicazioni, le interazioni machine-to-machine e le nuove tecnologie per immagazzinare e utilizzare l’energia in modo efficiente con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale

Incentivi e agevolazioni sul tema 4.0, sono previsti nel “Piano Transizione 4.0”, la politica industriale del Paese scaturita dai precedenti piani, ma più inclusiva e attenta alla sostenibilità.

Questi gli incentivi ad oggi disponibili

Credito d’imposta Beni Strumentali 4.0

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali «Transizione 4.0» e del credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e Green e in altre attività innovative.

Credito d’imposta Formazione 4.0

Un contributo riservato alle attività di formazione aventi ad oggetto l’acquisizione ed il consolidamento delle conoscenze, da parte del personale dipendente dell’impresa, sulle tecnologie cosiddette abilitanti 4.0 per la realizzazione del processo di  trasformazione tecnologica e digitale previsto dal “Piano Nazionale Industria 4.0.

Credito d’Imposta Ricerca e Sviluppo e Innovazione

Credito d’imposta per tutte le attività di ricerca, sviluppo e Innovazione.
Per approfondire le tematiche della Ricerca e dell’Innovazione, Definire i concetti di Ricerca e Sviluppo e Innovazione alla luce dei manuali di Frascati e Oslo con esempi concreti scarica la nostra guida

Credito d’Imposta Innovazione 4.0

Credito d’imposta le attività finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati volte al raggiungimento di un obiettivo di innovazione digitale 4.0.

Qual è la soluzione che proponiamo

  1. Analisi della maturità digitale di fabbrica per identificare le best practices per una digital transformation personalizzata
  2. Analisi della documentazione tecnica ed economica dei beni e stima del beneficio ammissibile
  3. Validazione dell’analisi documentale attraverso audit tecnico on site al fine di verificare eventuali criticità relative al rispetto dei requisiti di interconnessione
  4. Certificazione:
    1. identificazione per conto del cliente di un ente certificatore / tecnico abilitato;
    2. integrazione delle informazioni raccolte e predisposizione del fascicolo tecnico/economico propedeutico alla certificazione;
    3. supporto verso il certificatore nelle fasi di certificazione documentale e verifica sul campo per l’ottenimento della certificazione
  5. Manutenzione annuale: predisposizione di un programma di verifica annuale al fine di verificare il mantenimento del requisito di interconnessione durante tutto il periodo di fruizione del credito.

Perchè scegliere noi per la tua transizione 4.0

  • Perchè in Partner ti proponiamo una roadmap di trasformazione digitale supportandoti in tutte le fasi cruciali del percorso al fine di ottenere non solo il beneficio derivante dal credito d’imposta 4.0 ma anche il beneficio in termini di competitività che può scaturire dall’implementazione di nuove soluzioni digitali.
  • Perché solo in Partner abbiamo pensato ad un servizio di Manutenzione che consente all’azienda di rispettare il mantenimento del requisito nel tempo andando quindi ad evitare eventuali revoche del beneficio legate a tale tipologia di comportamento.   

Cosa rischi se non ti affidi ad un professionista per i tuoi progetti 4.0?

  • Rischi di incorrere nel paradosso 4.0: implementare una tecnologia digitale avanzata per poi utilizzarla come una tecnologia tradizionale non sfruttando a pieno la potenzialità dei dati derivanti da sistemi sempre più interconnessi.
  • Rischi di acquistare pacchetti di Industry 4.0 anche quando l’effettivo costo dell’interconnessione non giustifica la richiesta del Credito d’Imposta 4.0
  • Rischi di perdere la visione di insieme e implementare tanti sistemi interconnessi ma che non restituiscono le informazioni realmente utili verso i decisori aziendali

Probabilmente ti starai facendo queste domande

  • Posso farlo in autonomia? Se il bene ha un importo inferiore ai 300k euro puoi procedere con una semplice autocertificazione. Tuttavia in caso di controllo dell’agenzia delle entrate non avresti il supporto di un team specializzato nonché verrebbe a mancare tutta la documentazione di corredo prodotta da Partner (potresti rischiare che per una semplice spesa relativa a un bene accessorio non ammissibile tutto il credito d’imposta di venga revocato)
  • Posso farlo fare al commercialista? i commercialisti sono esperti nella loro area di competenza ma chiaramente non entrano nel merito delle problematiche tecniche relative ad esempio ai 5+2 requisiti per i beni strumentali oppure ai protocolli di comunicazione delle macchine verso il sistema logistico di fabbrica. Per questo il consiglio è affidarsi a un team di esperti che valutano il progetto a 360 gradi proponendoti soluzioni volte all’ottenimento del beneficio nonché all’efficientamento della catena di valore della tua azienda.

Industria 4.0 è una parte del processo di transizione digitale che un’azienda può affrontare.

Scopri la nostra filosofia e i nostri servizi per la Digital Transformation.

Richiedi una prima
consulenza gratuita

    Il sottoscritto, reso edotto dall’informativa privacy, per quanto riguarda la finalità di essere ricontattato dal Titolare del trattamento:

    presta il consenso al trattamento dei propri dati personali.

    [recaptcha id:controllo theme:dark]