fbpx

Blog

È tempo di Virtual Career Day!

  |   Consulenza, Formazione

di Paola Ciotti, Consulente Partner Srl – Area Risorse Umane

Questo è da sempre il periodo dell’anno in cui si susseguono i Career Day, eventi organizzati dalle Università che consentono agli studenti e neolaureati di approcciare al mondo del lavoro. Raccogliere informazioni sulle opportunità del proprio territorio, avvicinare realtà imprenditoriali che caratterizzano la storia di un’area industriale, mettersi alla prova sostenendo i primi colloqui lavorativi, comprendere le dinamiche che guidano un colloquio e chiedere consigli su percorsi professionali, questo e tanto altro quest’anno avranno un volto diverso.

Una nuova sfida? Si, le Università non si sono lasciate scoraggiare; dopo aver riorganizzato la didattica hanno riorganizzato i Career Day, offrendo ai propri studenti tutte le opportunità che è giusto offrire a chi ha deciso di investire in formazione per realizzare i propri obiettivi professionali. Gli studenti avranno la loro opportunità, potranno sostenere i loro primi colloqui e potranno raccontare il loro percorso formativo e condividere le idee come avrebbero fatto all’interno del loro Ateneo. È strano? No, affatto o per lo meno non deve più esserlo.

La tecnologia da tempo sta permeando il mondo delle Risorse Umane; la continua trasformazione della realtà, i continui mutamenti hanno portato e continuano a portare le Direzioni delle Risorse Umane e le società di consulenza ad essere promotori della trasformazione digitale. La Ricerca e selezione di candidati è sicuramente la divisione HR che ha aiutato maggiormente a diffondere il concetto di HR Tech. Le aziende strutturate e le società di consulenza come Partner Srl, da tempo hanno innovato i processi di Talent Acquisition avvalendosi di ATS, Applicant Tracking System, software che consentono di organizzare dati e raccogliere informazioni e gestire l’intero processo di recruiting.

La prova che gli studenti universitari affrontano oggi, è quella che affronteranno non appena discuteranno la loro tesi. Gli annunci di lavoro sono on line, la candidatura è raccolta dai Job board, il primo contatto avverrà attraverso messaggistica, il primo colloquio sarà organizzato attraverso una video chiamata ed è probabile che verrà chiesto di registrare un video e rispondere in qualche minuto a delle domande poste dal software. La valutazione delle soft e cognitive skill è affidata a sistemi di valutazione digitale che consentono di valutare, con bassissimi margini di errore, l’intelligenza emotiva, la creatività, la collaborazione, l’adattabilità. L’opportunità di testare questi strumenti prima che la sfida inizi seriamente è sicuramente d’aiuto e permette di essere allenati e preparati per la parte successiva e più tradizionale, quella del colloquio in azienda.

Noi di Partner da sempre crediamo che le Università siano la risposta al cambiamento del nostro Paese e favorire l’incontro tra professionalità ed aziende è un impegno serio a cui non possiamo esimerci. Il mismatch tra domanda ed offerta di queste professionalità è molto rilevante, i dati raccolti da Unioncamere riferiti al 2019, rilevano che circa un terzo delle imprese italiane hanno difficoltà a reperire laureati in discipline scientifiche. Le aziende del nostro territorio non sempre appaiono attrattive e non sempre hanno gli strumenti per entrare in contatto con queste professionalità, è quindi necessario essere presenti e supportare sin dai primi momenti chi contribuirà alla crescita del nostro territorio.

Vi aspettiamo il 27 maggio. Noi saremo con UNICAM.