fbpx

Blog

Marketing digitale – Gli 8 trend del 2018

  |   Consulenza

Criteo, leader nel commerce marketing, ha delineato gli 8 trend del 2018 del commercio e del marketing digitale, in seguito ad uno studio condotto sui comportamenti degli utenti che acquistano beni e servizi utilizzando strumenti e canali diversi, in questa fase di cambiamento, radicale e per molti aspetti “epocale”, che sta attraversando il mondo del commercio, sia offline che online.

  1. Il commercio alza la voce.

Nel 2018 si prevede un aumento considerevole degli acquisti attraverso gli assistenti vocali e i device attivati dal suono della voce. Non a caso tutti i principali player del panorama tecnologico offrono la propria proposta di servizio/strumento vocale: Siri di Apple, Google Home, Amazon Echo, Cortana di Microsoft, etc.

Il futuro prospetta quindi campagne pubblicitarie non più solo visual ma anche vocal e attraverso tali assistenti intelligenti si continuerà a raccogliere dati sugli interessi dei consumatori/utenti e ad offrire servizi personalizzati, spesso in aggiunta ai prodotti.

  1. Social e commerce sempre più connessi.

Quello che un tempo era il semplice passaparola, oggi gode dell’eco che un post su un social network può avere traducendosi in like, follower, condivisioni, retweet, etc.

Da questo punto di vista, Facebook è il “luogo” social in cui si concentra la maggior parte degli acquisti generati direttamente da un post o da un link (47,7%).

Instagram e Pinterest si basano sulla condivisione di immagini e consentono l’acquisto istantaneo. Allo stesso tempo tutti si stanno organizzando per sfruttare questa tendenza. Se da un lato i social network continuano a raccogliere dati, dall’altro le aziende ed i vari attori del commercio devono trovare il modo di acquisire tali dati, sviluppando la customer relationship proprio attraverso i social network.

  1. Online e offline non più in competizione ma convergenti.

I grandi leader dell’e-commerce come Amazon stanno acquisendo store e marchi per garantirsi scorte e conoscenza del mercato, e allo stesso tempo i principali marchi allargano offerta e servizi ad esempio fornendo la possibilità di ritirare presso i propri negozi fisici il prodotto acquistato online.

Le modalità di vendita/acquisto “clicca e ritira presso il punto vendita” e “acquista online e spedisci al negozio” sono infatti le più utilizzate nelle attuali strategie di marketing per il retail.

Di contro i rivenditori con negozi fisici sono sempre più alla ricerca di partnership per raggiungere i clienti online e riportarli nel punto vendita.

  1. Dati, dati e ancora dati.

Sono i dati dei consumatori il vero oro per gli esperti di marketing. I giganti del web e dell’e-commerce spaventano i marchi e i rivenditori proprio per la quantità di dati che riescono a raccogliere e ad elaborare per migliorare l’esperienza di acquisto e proporre pubblicità sempre più mirata e focalizzata.

  1. L’immagine è tutto.

Nel mondo dell’e-commerce, dove tutto può essere visto ma non toccato, l’immagine in tutte le sue sfaccettature (foto 360°, video, ma anche descrizione dettagliata, etc) diventa fondamentale. Anche in questo caso la gestione dei dati è importantissima per migliorare l’esperienza online e convincere all’acquisto.

  1. Protezione dei dati come fattore di forza.

Il 42% dei consumatori intervistati da Criteo si dice preoccupato dell’uso che i rivenditori potrebbero fare dei dati personali per la targetizzazione pubblicitaria e un altro 35% percepisce l’uso dei propri dati come una violazione della privacy. La regolamentazione dei sistemi di protezione dati (GDPR) rinnoverà la fiducia dei consumatori verso i brand che riusciranno a garantirne una gestione quanto più trasparente.

  1. La guerra dei video.

Video e contenuti multimediali saranno un altro terreno di battaglia tra pubblicitari. Crescerà la richiesta e la necessità di creare video e contenuti di alta qualità da pubblicare, per ispirare e consigliare i potenziali acquirenti e fidelizzare quelli già acquisiti.

  1. Acquisizioni e partnership in crescita.

Sulla scia di Amazon che ha acquisito Whole Foods e Alibaba che ha annunciati investimenti da capogiro per acquisire il gigante degli ipermercati cinese Sun Art, per molti brand il 2018 sarà un anno di acquisizioni e partnership strategiche volte a consolidare il mix tra online e offline.

Fonti:
– Largo Consumo
– Criteo, Commerce & Digital